Views: 36
0 0

L’anno appena trascorso è stato estremamente difficile per tutti noi a causa della pandemia di Covid-19. Tuttavia, la Casa Reale di Ghassan ha ottenuto numerosi risultati.

Anche la Casa Reale essendo un’organizzazione apolitica e laica, completamente indipendente e sovrana, a volte deve posizionarsi di fronte a eventi pressanti. Attraverso Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor di Ghassan Al-Numan VIII ha rilasciato alcune dichiarazioni ufficiali. Di seguito i comunicati in lingua inglese:

Il Regno di Sefwi Obeng-Mim è una monarchia subnazionale al potere nella regione nord-occidentale della Repubblica del Ghana. A febbraio, Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor di Ghassan Al-Nu’man VIII e Sua Maestà il Re Oheneba Nana Kwame Obeng II hanno firmato un accordo di riconoscimento reciproco e amicizia tra la Casa Reale di Ghassan e la Casa Reale di Sefwi Obeng-Mim.

A marzo è stato ufficialmente annunciato che Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor di Ghassan Al-Nu’man VIII è stato nominato Segretario Generale del FIMO (Forum Monarchico Internazionale). Dal 2020 il principe rappresentava già il forum come capo delle delegazioni degli Stati Uniti e del Libano. L’iniziativa del Forum è stata fondata dall’Unione Monarchica di Spagna presieduta da don Joaquin Corominas.

Il Forum mira a riunire tutti i monarchici del mondo e tutti i movimenti monarchici, le Associazioni collegate e le istituzioni non governative e governative di tutti i paesi. Promuovere la monarchia, la sua storia e cultura, attraverso conferenze internazionali, forum e vertici. Attualmente, FIMO ha delegazioni provenienti da oltre 30 paesi.

A luglio, Sua Altezza Reale il Principe Gharios E Chemor si è unito a “In Defense of Christians” (IDC), la principale organizzazione nazionale di difesa dei cristiani e delle minoranze religiose in Medio Oriente e Africa, per un servizio di preghiera ecumenico con l’arcidiocesi greco-ortodossa d’America a Saint Sophia Greek, Cattedrale ortodossa a Washington, DC.

Durante il ricevimento, co-ospitato dall’arcidiocesi greco-ortodossa d’America e da IDC, Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor ha incontrato Sua Eminenza l’Arcivescovo Elpidophoros (Lambriniadis) d’America, Onorevole Esarca dell’Oceano Atlantico e Pacifico, (l’ottavo Arcivescovo d’America eletto dall’istituzione dell’arcidiocesi greco-ortodossa nel 1922) L’evento si è svolto presso la cattedrale greco-ortodossa di Santa Sofia a Washington, DC

Nello stesso mese, Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor si è unito ai leader spirituali che rappresentano cristiani e musulmani di tutto il mondo nella Masjid Muhammad, la Moschea della Nazione, a Washington, DC il 13 luglio per discutere le relazioni tra le due comunità e celebrare il lancio di un libro intitolato God Needs No Defense: Reimagining Muslim – Christian Relations nel 21st Century.

Le principali organizzazioni dietro l’evento erano l’indonesiana Nahdlatul Ulama, la più grande organizzazione musulmana del mondo; e la World Evangelical Alliance, una rete di chiese che rappresentano 600 milioni di cristiani evangelici, guidata dal Dr. Thomas Schirrmacher, Segretario Generale/CEO della World Evangelical Alliance, attualmente il secondo leader cristiano nel mondo, secondo solo al Papa cattolico.

L’evento si è concluso con la firma della Dichiarazione della Moschea della Nazione da parte dei rappresentanti delle tre organizzazioni promotrici, Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor, l’unico leader cristiano laico in Medio Oriente con legittimità storica (secondo il Global Imams Council, la più grande organizzazione non governativa corpo dei leader musulmani) e altri leader religiosi tra il pubblico.

Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor sulla copertina del più grande quotidiano musulmano d’America

Il volume 46, numero 46 del Muslim Journal, il più grande quotidiano musulmano d’America, presentava la partecipazione del principe al suddetto evento

Il 25 luglio è stata ufficialmente lanciata in Libano la “One Voice Foundation”, creata sotto la Royal House of Ghassan che si occupa esclusivamente di dialogo interreligioso in Medio Oriente

Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor ha ricevuto il prestigioso AOF Icon Award per i suoi quattro decenni di carriera nelle arti marziali, i suoi oltre 25 anni di carriera nell’intrattenimento e il suo lavoro umanitario internazionale

Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor con la star d’azione e maestro Jeff Speakman

Alla fine di luglio, Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor ha ricevuto il prestigioso AOF Icon Award per i suoi quattro decenni di carriera nelle arti marziali, i suoi oltre 25 anni di carriera nell’intrattenimento e il suo lavoro umanitario internazionale. Il premio AOF Icon è stato ricevuto da molte star di Hollywood e artisti marziali di livello mondiale come: David Carradine, Jeff Speakman, Cynthia Rothrock, Don “the dragon” Wilson, Randy Couture, Bas Rutten, Art Camacho, Michael Jay White, Nick Mancuso, Tom Sizemore, Michael Madsen, Bill Duke, Bob Wall, John Saxson, Kim Coates, ecc.

Alla fine dell’evento di Las Vegas, il principe è stato sorpreso dal leggendario Great Grandmaster Ernie Reyes Sr., che ha conferito una spada e l’induzione alla Hall of Fame del Grandmaster della World Martial Arts Masters Association contando su diversi nomi importanti a livello internazionale arti marziali come Chuck Norris, Bruce Lee, Ip Man, Royce Gracie, Samuel Kwok, Randy Couture, Bill “Superfoot” Wallace, Benny “The Jet” Urquidez, Steven Seagal, Don Wilson, Al Dacascos, Cynthia Rothrock, Ron Van Clief, Keith Vitali, ecc.

Durante l’anno, il principe di Ghassan ha rilasciato numerose interviste e conferenze. Degne di nota, un’intervista di quasi due ore a un canale YouTube brasiliano, e a Veda Loca, che ha intervistato Sua Altezza Reale il Principe Gharios insieme ad Anna’s House Shelter, che ha sede a Dallas, in Texas, e assiste le vittime di violenza domestica gestite da Dame Eva Miles, DMA.

Sua Maestà il Re KGPAA Mangku Alam Al-Haj Maulana Abdullah Khalifatullah Al-Jawi del Regno di Mangkualaman, Indonesia e Sua Maestà la Regina.

Il regno di Mangkualaman (ex Pakualaman) è uno stato principesco giavanese all’interno del Sultanato di Yogyakarta. Fu creato nel 1812 quando Natakusuma (poi principe Paku Alam I) fu ricompensato per aver aiutato gli inglesi a sedare il conflitto a Yogyakarta nel giugno 1812. Il regno è attualmente ufficialmente riconosciuto dalla Repubblica indonesiana sin dal suo inizio (1945) ai sensi del capitolo VI, articoli 18, 18A e 18B della costituzione indonesiana.

Il 25 ottobre è stato emesso un decreto reale che conferisce a Sua Altezza Reale il Principe Gharios El Chemor il più alto onore di famiglia e il titolo di KPA, “Kangjeng Pangeran Ario”, che equivale al livello di principe, normalmente conferito ai Capi di Stato nella loro qualità di Capo del paese sovrano o capo di una casa reale. Come è consuetudine nella tradizione giavanese, il principe Gharios ha ricevuto un nome indonesiano: HRH KPA Indiartonagoro. Il principe è stato anche investito nell’Ordine della Famiglia più illustre di Mangkualaman

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.